Il primo colloquio? A casa davanti al computer. Anche Generali si affida alla francese Visiotalent

Il gigante assicurativo stringe un accordo in Italia con la startup che permette di registrare dei brevi video da accompagnare alla propria candidatura. Così possono emergere più facilmente soft skills particolarmente apprezzate dai datori di lavoro.

La candidatura per un nuovo lavoro? Ora basta accendere la webcam: la prima fase della selezione si fa direttamente in video, da casa. L’ultima ad esplorare questa soluzione è Generali Italia, che dopo un periodo di sperimentazione ha scelto di adottare la soluzione tecnologica ideata dalla startup francese Visiotalent per la propria selezione del personale. Il tool ideato dall’azienda non sostituisce il tradizionale colloquio, ma consente all’impresa di fare una migliore scrematura preliminare delle candidature arrivate, permettendo di cogliere meglio le soft skills dei possibili futuri dipendenti. La compagnia assicurativa ha cominciato a servirsi dello strumento a partire dall’inizio dell’anno ma ora la piattaforma Visiotalent verrà integrata all’interno del processo di recruitment, diventando una componente strutturale sia per la selezione di profili junior sia per i profili più senior.

“Con Visiotalent intendiamo ampliare il processo di selezione con un approccio innovativo che consente di individuare importanti soft skills, come quelle relazionali e di comunicazione. Ciò ci consente di far fronte alle sfide di mercato per poter attrarre e trattenere i nuovi giovani talenti, nativi digitali sempre connessi” , ha spiegato Gianluca Perin, Direttore Risorse Umane e Organizzazione di Generali Italia. Con questi strumenti tecnologici intendiamo adottare modalità di recruiting affini alle loro preferenze analizzando i profili dei candidati fin dalle fasi iniziali in modo veloce, snello e più stimolante rispetto alla semplice valutazione di un CV. Da un lato si aggiunge così valore all’esperienza del candidato e dall’altro si rende il processo di selezione più innovativo e efficiente”.

“Siamo lieti di essere stati scelti da una realtà così prestigiosa, quale è Generali, e di poter collaborare attivamente a rendere ancora più efficace e moderno il processo di selezione del nuovo personale dell’azienda”, ha commentato Andrea Pedrini, Country Manager Italia di Visiotalent. “Questa partnership rappresenta per Generali un passo importante nel campo della digitalizzazione dei propri processi HR ed è per noi una tappa fondamentale nel progetto di consolidamento ed espansione di Visiotalent sul mercato italiano.”

Arrivata in Italia lo scorso anno, Visiotalent è una startup fondata nel 2014 da due giovani imprenditori francesi, Gonzague Lefebvre e Louis Coulon, e oggi è diventata azienda leader in Europa nell’ambito del Video Recruitment dopo avere stretto accordi con grandi società come Blablacar, Leroy Merlin, Sephora, Deloitte, Cartier e Gazprom. Presente con uffici anche in Belgio e Spagna, nel nostro Paese ha siglato un’intesa con Prysmian, prima grande azienda in Italia ad utilizzare la piattaforma francese.

di FLAVIO BINI